Intervista a Daniele Lo Cicero

Posted on 26 settembre 2018


Daniele Lo Cicero foto 2

– Ciao Daniele, benvenuto su I.T.M.. In radio con il primo singolo. Parlaci di “Salta!”

Ciao a tutti! “Salta” vuole essere una canone dall’appeal commerciale ma con un testo provocatorio… E’ una critica al conformismo ed alla globalizzazione. Un invito ad una sveglia collettiva che si può ottenere “saltando”, metafora del risveglio dal torpore della routine.

– Come nasce la collaborazione con Simone Carabba e Giulio Iozzi? Ci sono altri brani in lavorazione?

Nel 2016 vinsi il Liguria Music Video Contest, un concorso canoro nazionale ideato da Simone Carabba. Questa vincita mi permise di realizzare il mio primo singolo “Follow My Steps”  scritto proprio da Simone che, oltre ad essere un autore, è uno scrittore, cantate e produttore. Per l’arrangiamento della canzone, decidemmo di affidarci alla professionalità e bravura di Giulio Iozzi di Purple Studio che in passato collaborò spesso con Carabba. Pubblicammo così anche il video musicale sul mio canale youtube, ottenendo un ottimo risultato… Motivo per il quale abbiamo deciso di continuare il sodalizio artistico con la realizzazione di questo nuovo singolo. In cantiere abbiamo molti progetti, ma per scaramanzia, essendo tutto in fase embrionale, preferisco non dire nulla.

– Più Youtuber o più cantante?

Non ho la presunzione di definirmi un cantante di professione, anche se nel cuore lo sono perché è indubbiamente la mia più grande passione… Youtuber invece lo sarò sempre… E’ partito tutto dal mio canale  youtube “Daniele Lo Cicero”  e dalle persone che mi seguono da anni con le quali ho un rapporto molto stretto riuscendo ad interagire con loro rendendoli parte della mia vita.

– Hai mai pensato di partecipare ad un talent o al Festival di Sanremo?

Ci ho pensato spesso! Ho affrontato molti provini per diversi talent… Per il momento non mi è andata bene, ma non demordo e proverò sempre. Il festival di Sanremo sarebbe la realizzazione di un sogno! Non è un percorso semplice quello da intraprendere per arrivare sul palco dell’Ariston, ma, come detto prima, non smetterò mai di provarci!

– Hai un artista di riferimento italiano o straniero?

Adoro moltissimi artisti Italiani ed internazionali, ma sinceramente non mi ispiro a nessuno. Per tutta la mia vita sono sempre stato me stesso senza mai farmi condizionare da niente e nessuno. Questo mi premette di esprimermi in maniera totalmente libera anche musicalmente, mantenendo così la mia personalità.

– 3 aggettivi per definire la tua musica.

Domanda difficile! Direi: Energica, allegra e liberatoria.

Annunci
Messo il tag: ,
Posted in: Interviste, musica, News